Care ragazze e cari ragazzi...

PA e Altro
UTILITÀ

Care ragazze e cari ragazzi,
l’Italia sta attraversando uno dei momenti più bui e drammatici della propria storia Repubblicana. L’emergenza legata alla diffusione del Coronavirus sta mettendo in ginocchio le strutture sanitarie e l’economia del Paese, da Nord a Sud, senza escludere nessuno.


E’ il momento di reagire tutti. Ognuno di noi può contribuire facendo la propria parte. Seguire le indicazioni e le misure del Governo e delle autorità locali è quanto mai necessario per diminuire il contagio e gravare il meno possibile sugli ospedali, le vere trincee del Paese.
Per alcune settimane ci è stato chiesto di cambiare le nostre abitudini, stare più a casa, limitare le uscite non necessarie: è un sacrificio improrogabile. Il mio pensiero è rivolto ai tanti giovani che da sempre sono impegnati in attività sociali e di solidarietà che dedicano la propria energia, il proprio tempo e la propria passione agli altri ed alle comunità.


Penso alle tante associazioni ed organizzazioni – incontrate nell’ultimo anno – che operano tra mille difficoltà e sacrifici per portare entusiasmo ed una speranza a tante comunità d’Italia segnate da fragilità, sofferenza e paura. Penso ai tanti giovani che ogni anno aderiscono ai nostri programmi europei Erasmus+ e Corpo Europeo di Solidarietà fieri di appartenere all’Europa unita, simbolo di pace ed unità.

Oggi più che mai avete un ruolo indispensabile in termini di informazione e sensibilizzazione. Il successo delle iniziative messe in campo a tutela di bambini, nonni, cittadini tutti è anche nelle vostre mani.


L’immagine dei giovani irresponsabili “a prescindere”, anello debole della catena del contagio, non la condivido. So che – anche in queste ore così dure – l’impegno di tanti di voi c’è. Non basta però. Bisogna fare di più. Se ognuno di noi riuscirà a convincere anche una sola persona in più ad adottare tutte le precauzioni possibili l’aiuto sarà concreto.


Vi invito alla prudenza, siamo entrati in una fase in cui non sappiamo prevedere l’andamento delle prossime settimane. Una lunga traversata che ci deve indurre alla responsabilità ed a riscoprire il valore primario del bene comune.
L’Italia è un grande Paese, vincerà questa sfida: la notte finirà.

Domenico De Maio

Direttore Generale Agenzia Nazionale per i Giovani

erasmus mini

corpoeuropeo mini

occasioni mini

  • Facebook

  • Twitter

ALTRE ATTIVITÀ, PARTNERSHIP E CAMPAGNE