Altro che Brexit impegnati 6.537.737,96 di euro grazie al Programma Europeo Erasmus+

Comunicati stampa ANG
UTILITÀ

L’Agenzia Nazionale per i Giovani ha reso nota la graduatoria della seconda scadenza dell’anno, relativamente alle azioni di scambi di giovani, servizio volontario europeo, formazione di animatori giovanili e dialogo strutturato. “Vorrei rassicurare tutti coloro che dovranno realizzare progetti che prevedono attività con la Gran Bretagna perché, per quanto riguarda Erasmus+, nulla cambia in riferimento alla gestione e realizzazione delle attività – dichiara Giacomo D’Arrigo , Direttore Generale dell’Agenzia Nazionale per i Giovani-

"Il programma infatti non è rivolto solo a Paesi UE, ma anche ai Paesi dello Spazio economico europeo (Norvegia, Islanda, Liechtenstein), quelli candidati (Turchia, Ex-Repubblica iugoslava di Macedonia) ed anche a Paesi Extra UE. Quindi le attività di mobilità potranno proseguire anche con il Regno Unito grazie a risorse messe a disposizione dalla Commissione Europea, altro che Brexit”.

“Il voto inglese sul Brexit – prosegue D’Arrigo - ha portato alla luce sentimenti contrapposti proprio tra le nuove generazioni: quelli che per anni hanno idealizzato, sognato, immaginato e costruito la loro Europa, ragazze e ragazzi che hanno votato e scelto di restare, convinti dell'importanza dell'Europa e delle opportunità che offre. Poi ci sono i disillusi, che vedono nell'Unione Europea non un sogno per il quale impegnarsi quotidianamente, ma solo un sistema fatto di tecnicismi e burocrazia. Ora più di prima sta a noi il compito, anche e soprattutto attraverso strumenti come Erasmus+, di portare tutti nella direzione di sentirsi sempre più cittadini europei.”

“Proprio con l’obiettivo di rafforzare la cittadinanza europea delle nuove generazioni l’Agenzia ha approvato, tra la prima e la seconda scadenza risorse per oltre 6.537.737,96 euro approvando 307 progetti in favore dei giovani” conclude D’Arrigo.

Per l’azione relativa ai partenariati strategici per l’innovazione (KA2) occorre attendere la prima metà di settembre e siamo certi che saranno progetti che porteranno un valore aggiunto alla nostra Europa.

erasmus mini

corpoeuropeo mini

occasioni mini

ALTRE ATTIVITÀ, PARTNERSHIP E CAMPAGNE