Da Taormina la risposta di giovani di 12 nazionalità diverse per un'Europa integrata e inclusiva

Comunicati stampa ANG
UTILITÀ

La presenza di 25 ragazzi di 12 nazionalità diverse a Taormina, per il seminario internazionale organizzato dall’Agenzia Nazionale per i Giovani, è la prova che la politica del terrore non sta vincendo. L’emozione di sentire Alessio Lupi, giovane abruzzese che vive a Molenbeek presente in questi giorni a Taormina, dà l’idea del percorso in cui ci stiamo muovendo.

Ci siamo collocati dalla parte giusta della storie e, grazie alle opportunità che l’Europa ci offre come Erasmus+, partecipiamo insieme alla costruzione di un’Europa connessa, inclusiva, diversa e partecipativa, abbattendo muri e favorendo la partecipazione e la contaminazione tra culture.”

Con queste parole Giacomo D’Arrigo, Direttore Generale dell’ANG, ha concluso la Conferenza sul Dialogo Strutturato che si è svolta a Taormina, ieri 28 aprile. Il seminario internazionale organizzato da Ang, (che si concluderà domani), è stato occasione per aprirsi al territorio e far conoscere al mondo esterno, in modo concreto, le attività che grazie all’Europa vengono messe in campo tese a migliorare le politiche giovanili e quindi il percorso di crescita delle nuove generazioni.

La conferenza è stata preceduta da un tavolo tecnico di lavoro tra il Direttore di Ang, gli assessori regionali alle politiche giovanili Federica Roccisano (Calabria), Marinella Sclocco (Abruzzo), Serena Angioli (Campania), i rappresentanti del Forum Nazionale Giovani e dei forum Regionali della Campania e dell’Umbria, finalizzato ad avviare un percorso di collaborazione condiviso e mettere a sistema le buone prassi provenienti dai territori a favore della crescita, dello sviluppo e della parteciazione attiva delle nuove generazioni.

erasmus mini

corpoeuropeo mini

occasioni mini

ALTRE ATTIVITÀ, PARTNERSHIP E CAMPAGNE