Ang in Puglia contro la paura, con le storie di giovani resilienti

Inclusione sociale
UTILITÀ

San Vito dei Normanni, 13 luglio, ore 15.00 presso Exfadda.

Said Elshazly è giovane egiziano. La sua famiglia lo allontanò dacasa, qui in Italia, e ha vissuto a lungo in una comunità per minori. Ora sta imparando a fare lo chef e allo stesso tempo lavora per la cooperativa sociale Socomoro di Matera. Cecil Odonkor è invece un giovane arrivato in Italia su un gommone col sogno di diventare un grande campione sul campo di calcio. Sta studiando per diventare mediatore culturale e intanto fa volontariato all’Arciragazzi di Portici.

Sono alcune delle storie di giovani che non si arrendono, che hanno resistito alla paura, alle difficoltà della vita, che hanno deciso di imparare, di studiare, di migrare per realizzare i loro sogni. Di queste storie e di altri esempi di resilienza si parlerà nell’iniziativa “A model to dream” a San Vito dei Normanni (Br), il 13 luglio presso l’exfadda, organizzata dall’Agenzia nazionale per i Giovani.
L’Agenzia, che si occupa della mobilità, di educazione, di formazione ed inclusione giovanile in Europa gestendo il programma europeo Erasmus Plus, sta facendo tappe in varie zone d’Italia proprio per promuovere la mobilità e le esperienze transnazionali e per contribuire a diffondere i principi fondamentali della società europea come la coesione sociale, la cittadinanza attiva e l’integrazione contro la paura e il terrorismo. L’iniziativa rappresenta inoltre occasione per fare un focus sul Programma Erasmus+, e sul suo ruolo di supporto alle politiche di inclusione e di contrasto alla radicalizzazione, cercando di accompagnare quel percorso iniziato dalla Strategia europea 2020 e dalla Dichiarazione di Parigi che si attua anche attraverso i progetti che i giovani possono realizzare in Europa con le diverse forme di mobilità e di partecipazione attiva.
Ad aprire la giornata sarà il direttore generale dell’Agenzia Giacomo D’Arrigo. “Vogliamo promuovere – spiega - con ancora più forza e convinzione la mobilità e le esperienze transnazionali che il Programma comunitario Erasmus+ mette a disposizione. E’per l’Europa un momento molto particolare, forse tra i più bui dalla sua nascita, a causa di terrorismi, paura, movimento antieuropeisti, spinte secessioniste. Noi che continuiamo a sognare un’Europa diversa, unita ed inclusiva, non ci stancheremo di lavorare in questa direzione e di promuovere esempi positivi che educhino alla tolleranza e all’integrazione.”.
Segue quindi il saluto del Sindaco di San Vito dei Normanni Domenico Conte. Di seguito il programma completo

 

SAN VITO DEI NORMANNI, 13 LUGLIO
ORE 15.00
EXFADDA (Via Brindisi 126)
PROGRAMMA:
Ore 15.00 - Registrazione partecipanti
15:30 - Apertura dei lavori
Saluti del Sindaco di San Vito dei Normanni, Domenico Conte
Saluti del Direttore Generale ANG, Giacomo D’Arrigo
16:00 - Introduzione all'attività e presentazione positive Roles Models
16:15 - La radicalizzazione: ma di cosa si tratta? E perché parlarne?
16:45 – Racconti di sogni
Suddivisione in gruppi di lavoro
17:30 - Condivisione dei risultati in plenaria
18:00 - L’educatore racconta: perché educare alla pace e al rispetto come valori europei
19:00 – Chiusura dei lavori
19:30 – Light Dinner

Interventi previsti:
CECIL ODONKOR: giovane arrivato in Italia per giocare a pallone, oggi studia per diventare mediatore culturale; è volontario attivo dell'Ass. Arciragazzi Portici.
SAID ELSHAZLY: giovane egiziano allontanato dalla sua famiglia qui in Italia, ha vissuto in una comunità di minori e oggi studia per diventare chef e allo stesso tempo lavora per la cooperativa sociale Socomoro di Matera.
FABIO PASQUALE: youth worker esperto di educazione alla pace

VERONICA BERTOZZI: youth worker esperta di prevenzione dei fenomeni di radicalizzazione

Andrea Maulini: ex volontario europeo in Giordania presso una ONG attiva nello studio del fenomeno della radicalizzazione

erasmus mini

corpoeuropeo mini

occasioni mini

  • Facebook

  • Twitter

ALTRE ATTIVITÀ, PARTNERSHIP E CAMPAGNE