Il Dipartimento della Gioventù promuove - in collaborazione con la Commissione Europea, il Ministero degli Affari Esteri, il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI), il Consiglio Universitario Nazionale (CUN), la Confindustria Giovani Imprenditori,  l'Unione Industriale Imprese, l'Agenzia Nazionale Giovani e il Forum Nazionale Giovani - il primo progetto pilota per creare una rete mediterranea di formazione qualificata e di scambi di alto livello destinata ai giovani.

Leggi tutto...

Gioventù in Azione è l'attuale programma europeo per i giovani, che è in vigore dal 2007 e terminerà alla fine del 2013. Ma la Commissione europea non attende lo scadere del settennato per elaborare quello che sarà il suo successore!
La consultazione recentemente lanciata e aperta fino al 30 novembre ha lo scopo di raccogliere i punti di vista di ogni cittadino su come sviluppare al meglio il futuro programma, in modo da fornire una risposta adeguata ai bisogni, alle sfide e alle aspettative dei giovani.

Facciamo sentire il nostro parere!

Leggi tutto...

L'obiettivo è quello di promuovere interscambi culturali tra i giovani tifosi dei paesi stranieri che parteciperanno ai mondiali, oltre che nella Capitale, sede delle finali, anche a Milano e Catania, dove verranno promosse le varie attività e dove i giovani verranno invitati a partecipare all'epilogo della manifestazione che si svolgerà all'interno del Palalottomatica di Roma.

Leggi tutto...

L'obiettivo dell'annuale staff training è stato fornire l'opportunità a chi lavora nelle Azioni 1.3 e 5.1 di scambiarsi informazioni ed esperienze, ma anche di individuare problematiche e difficoltà comuni rilevate durante la gestione delle Azioni in ogni singolo Paese programma. In particolare i project officers hanno potuto discutere e riflettere su come avere una migliore comprensione e un approccio comune e condiviso circa queste sottoazioni; e di come incrementare e migliorare la comunicazione e la collaborazione tra le Agenzie. Il programma ha permesso quindi di migliorare le competenze dello staff delle Agenzie e di sviluppare nuove idee, richieste, esigenze, interessi per definire le misure da intraprendere in futuro.

Risultato molto positivo dell'incontro è stata la messa a punto di strumenti e materiali diretti ai beneficiari per una migliore comprensione delle Azioni trattate e per permettere una migliore e proficua implementazione dei progetti a livello nazionale ed europeo.

A Torino il meeting europeo per i giovani under 35

Nasce Thinking Pot, lo spazio in cui far confluire nuove idee di futuro, un luogo dove le intuizioni si mescolano per ricette innovative.

Dall'8 al 12 settembre a Torino i giovani under 35, a titolo personale o in quanto appartenenti ad associazioni universitarie non politiche o giovanili, avranno la possibilità di presentare progetti, ragionare su temi cari alla loro generazione quali precariato, mobilità sociale, accesso all'informazione e all'istruzione.

Filo conduttore del progetto sarà il "Diritto al futuro", ovvero la richiesta e la proposta di valide e concrete opportunità di costruzione del proprio avvenire. Nei quattro giorni di attività, Thinking Pot garantirà loro visibilità e risonanza in un contesto denso di contenuti.

L'iscrizione all'evento e la partecipazione sono gratuite sul sito www.thinkingpot.eu. Per l'occasione, Thinking Pot allestirà in collaborazione con la Protezione Civile un campus al Lingotto Fiere, dove poter pernottare con soli 35 euro (meno di 10 euro a notte).

Il programma prevede mercoledì 8 settembre gli arrivi, l'accoglienza e l'accredito.

Giovedì 9 si inaugura con la lectio magistralis dello storico Donald Sassoon sull'identità europea passata, presente e futura dal titolo Quo vadis Europa?

A partire dal pomeriggio le associazioni universitarie non politiche organizzeranno propri meeting e presenteranno i rispettivi progetti valutati da una apposita commissione con premi in denaro da 2.500 euro per il primo posto, 1.500 euro per il secondo, 500 euro per il terzo.

Venerdì 10 è il giorno delle opportunità concrete di formazione e lavoro, con un career day di tre focus su ambiti di lavoro a grandi prospettive di sviluppo: green jobssocial jobs e web jobs e un business game a squadre il cui premio per il primo classificato consiste in un iPAD.

Sabato 11 settembre il cortile di Palazzo Carignano e piazza Carignano ospiteranno importanti personalità del giornalismo e della letteratura che tratteranno il tema del "Diritto al futuro", affrontando e analizzando i problemi della generazione che si affaccia al mondo del lavoro. Gli incontri sono aperti anche al pubblico generico e prevedono la partecipazione di David Bainbridge (fautore della tesi secondo cui la fase adolescenziale sia il segreto della supremazia dell'uomo sulle altre specie), Riccardo Iacona(uno dei più amati giornalisti d'inchiesta italiani, campione di ascolti su RaiTre con la sua trasmissione Presadiretta), Edoardo Nesi (scrittore ed ex industriale tessile, molto acuto e critico nei confronti della politica economica italiana per le imprese), Giacomo Cardaci (un esempio di come il futuro possa essere negato da una malattia a vent'anni e poi recuperato con la tenacia della guarigione), Luca Verzichelli (studioso del ceto politico italiano e della sua impermeabilità atavica), Sara Lorenzini e Diego Fusaro(una redattrice e un filosofo impegnati in un dialogo per stabilire un legame tra Marx e il precariato).

Partecipano alla manifestazione alcune fra le associazioni più attive sul territorio nazionale e internazionale, tra cui FLARE (Freedom, Legacy and Rights in Europe), la prima rete europea formata da oltre 30 associazioni ed ONG impegnate nella lotta sociale contro il crimine organizzato, ELSA (European law student's association), AIESEC (Associazione internazionale degli studenti di economia), AEGEEESTIEM (European Students of Industrial Engineering and Management), ELASA (European Landscape Architecture Student Association) e BEST (Board of European Students of Technology).

Hanno aderito all'iniziativa giovani di ogni nazionalità: a Torino arriveranno partecipanti da Giordania, Serbia, Romania, Algeria, Bulgaria, Russia, Moldavia, Ucraina, Olanda, Spagna e Belgio.

L'esperienza non si esaurisce con la fine dell'evento, ma prosegue con la nascita di un'associazione internazionale in grado di dare voce a progetti e istanze giovanili, presentandoli  e promuovendoli presso le istituzioni  lungo tutto l'arco dell'anno.

Thinking Pot fa parte delle iniziative di Your Time. Torino Capitale Europea dei Giovani 2010 ed è realizzata con il sostegno di: Città di Torino, Torinogiovani, Regione Piemonte, Anci, Provincia di Torino, Regione Valle d'Aosta e Lingotto Fiere. Con il patrocinio del Ministro della Gioventù.

Iscrizioni, Informazioni, programma della manifestazione e aggiornamenti su www.thinkingpot.eu

Il corso di formazione, incentrato sulle Azioni  1.3 - Progetti Giovani e democrazia e 5.1 - Incontri tra i giovani e i responsabili per le politiche della Gioventù del Programma, vedrà la partecipazione di 30 rappresentanti delle Agenzie Nazionali, nonché dei responsabili del Centro risorse Salto Participation e di un rappresentante della Commissione Europea. Al termine del corso saranno pubblicati i principali risultati.

Altri articoli...

erasmus mini

corpoeuropeo mini

occasioni mini

  • Facebook

  • Twitter

ALTRE ATTIVITÀ, PARTNERSHIP E CAMPAGNE