Da San Servolo il primo impegno dell'ANG nel Semestre Europeo di Presidenza italiano

Archivio notizie
UTILITÀ

Si terrà all’Isola di San Servolo, Venezia, il primo evento, di natura internazionale, dell’Agenzia Nazionale per i Giovani nell’ambito del Semestre Europeo di Presidenza Italiano.

 L’Agenzia ha infatti organizzato, dal 4 all’8 ottobre, l’ Incontro internazionale per i formatori attivi in EuroMed, con lo scopo di riunire i partecipanti alle attività di formazione Totem e Tatem e gli attori coinvolti nella formazione dei formatori dell’area EuroMed, comprese le istituzioni competenti (CoE, Commissione europea, Università).

 “Sono mesi di intenso lavoro per l’Agenzia che, oltre ad essere impegnata nella valutazione dei progetti presentati nella scadenza del 1 ottobre u.s., a seguito di un periodo di informazione e comunicazione sul territorio, sarà impegnata, da sabato fino a fine dicembre, in una serie di attività organizzate in occasione del Semestre Europeo di Presidenza -  dichiara Giacomo D’Arrigo, Direttore Generale dell’Agenzia Nazionale per i Giovani -  Queste iniziative avranno tutte un comune denominatore: la promozione dell’Empowerment dei giovani al fine di favorirne l’interazione, rafforzarne i diritti, rimuovere gli ostacoli che causano l’emarginazione e l’esclusione sociale, offrire opportunità per acquisire conoscenze, abilità, competenze, e rafforzare il concetto di cittadinanza attiva partendo proprio dal piano di lavoro dell’UE per la gioventù per il 2014-2015 adottato dal Consiglio nel maggio 2014  che in questi sei mesi la Presidenza italiana sta promuovendo per  favorire l’ autonomia e la partecipazione sociale delle nuove generazioni”.

 “Inoltre – continua D’Arrigo – obiettivivi delle attività saranno anche, da un lato promuovere la Mobilità dei giovani ai fini dell’apprendimento, per migliorare il livello delle competenze rilevanti per il mercato del lavoro, comprese quelle linguistiche, per contribuire ad una società solidale, per rafforzare la cooperazione tra i settori dell’educazione non formale, informale e formale, dall’altro– conclude D’Arrigo – favorire l’Informazione sulle opportunità di apprendimento offerte dal nuovo Programma Erasmus+ Settore Gioventù, su criteri e forme di contributo, su approcci e metodi di apprendimento innovativi e tailor-made, su strumenti e percorsi di validazione dell'apprendimento non formale e informale.”

 In particolare, l’attività che si svolgerà a San Servolo dal 4 all’8 ottobre, si pone l’obiettivo di riunire i formatori attivi nell’area EuroMed per  migliorare le loro conoscenze e competenze, valutare i risultati delle attività di formazione e rafforzare la rete dei formatori, anche alla luce degli obiettivi e contenuti del nuovo programma Erasmus+.